Sorrisi, gioia e passione. La seconda edizione del “Memorial Gianni Danieli” ha regalato uno stupendo giorno dell’Immacolata alle persone accorse al “Fonte Park” di Via Vincenzo Drago, casa della società Fonte Meravigliosa, squadra in vetta al girone F del campionato regionale di Prima Categoria.

Sul campo e sotto gli occhi della moglie di Gianni, Giulia e dei figli Tommaso e Matteo, è andata in scena una classica del calcio italiano, Roma-Fiorentina, con le squadre composte da tanti amici dello sfortunato fisioterapista, da personaggi vip e da alcuni ex calciatori.

Giallorossi e viola erano le due squadre del cuore di Gianni. Con il calcio d’inizio battuto da nonno Pio Schiano (96 anni e un vigore inesauribile), è iniziata una bellissima partita, aggiudicatasi per 5-2 della Fiorentina guidata in panchina dal doppio ex per antonomasia Giancarlo De Sisti, campione d’Italia con la maglia viola nella stagione 1968-69.

De Sisti ha piazzato in cabina di regia Edoardo Leo che ha dimostrato in campo di avere lo stesso talento che ha nella realizzazione dei suoi film. Al suo fianco la tenacia e la personalità di Paolo Bonolis. Una coppia di centrocampo che la Roma non è riuscita a contenere sotto gli occhi del grande cantautore romano Lando Fiorini. Sulle fila della Fiorentina non poteva mancare Rudi Zerbi che con il suo inconfondibile temperamento ha reso la sua squadra dinamica su tutti i fronti. L’ex giallorosso Giuseppe Tamborini, 91 presenze e una Coppa Italia vinta con la maglia romanista tra il 1964 e il 1967, non è riuscito a mettere in campo le giuste contromosse e la Fiorentina ha preso il largo già nella prima frazione grazie alla doppietta del centravanti del Fonte Meravigliosa Davide Groos e al rigore realizzato da Alessandro Danieli, fratello di Gianni. Superlativo il portiere viola Culini, capace di parare due rigori di cui uno a Marco De Sisti, figlio di “Picchio”. Nella ripresa la Roma si è scoperta per recuperare e la Fiorentina ha dilagato con il poker di Schiano e il quinto gol di Ingarao. I giallorossi, con Alessio Scarchilli come regista, hanno ridotto lo svantaggio con Celletti e Terribili. Prima della sfida tra i grandi, ad aprire la giornata sono stati i piccoli di cinque, sei e sette anni delle scuole calcio Mirafin e Fonte Meravigliosa: una partita impareggiabile per semplicità e bellezza con il 4-4 finale siglato su rigore da Alessio Danieli, nipote di Gianni e premiati dal nostro caro Rudi Zerbi.

Ma ciò che ha reso questa giornata davvero impareggiabile è stato leggere la vera felicità negli occhi dei figli Matteo e Tommaso… rivivere il papà in questo giorno speciale ha ridato vita a mille emozioni e a mille ricordi…

Ciao Gianni… al prossimo anno!

GIOVEDI’ 17 DICEMBRE 2015